Cart 0

Lombardia

1–24 di 68 elementi trovati.

Bergamo

Raffinata pianta topografica di Bergamo tratta dall’opera Piante delle città… capoluoghi delle Provincie del Regno Lombardo Veneto che mostrano la situazione dei principali Stabilimenti Civili e Militari in esse esistenti di Antonio Bettalli edita a Milano nel 1838. Rara e raffinata coloritura d’epoca.

  • Autore: BETTALLI Antonio
  • Anno: 1838
  • Dimensione: 220 x 185 mm
  • Luogo di stampa: Milano

 200,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Blutiges Tressen zwischen Cassano u Treviglio an dem Adda

Elegante incisione all’acquaforte e bulino di Johann August Corvinus (1683-1738) su disegno di Paul Decker raffigurante la battaglia del 16 Agosto 1705 presso Cassano D’adda vicino a Treviglio durante la guerra di successione Spagnola. L’incisione, riccamente decorata da bordura rococò eseguita con tratto raffinatissimo dallo specialista Abraham Drentwett, presenta nella parte superiore la mappa della zona teatro della battaglia. Tratta dal celebre Repraesentatio Belli, ob successionem in Regno Hispanico … Der Spanische Successions-Krieg pubblicato ad Augsburg nel 1720 da Jeremias Wolff.

  • Autore: DECKER Paul, Jeremias Wolff
  • Anno: 1720
  • Dimensione: 380 x 480 mm
  • Luogo di stampa: Augsburg

 400,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Bobbio

Non comune piccola pianta topografica di Bobbio ispirata dalla cartografia del Coronelli e tratta dall’opera Schauplatz des Krieges In Italien, Oder Accurate Beschreibung der Lombardey di Thomas Fritschen edita a Lipsia nel 1702.

  • Autore: Thomas Fritschen
  • Anno: 1702
  • Dimensione: 70 x 130 mm
  • Luogo di stampa: Lipsia

 90,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Brescia

Bella pianta prospettica di Brescia che si ispira al Bertelli ma qui più leggibile grazie alle dimensioni maggiori. Arricchita da un cartiglio a due lobi con il leone di San Marco, simbolo di Venezia, ed il leone rampante, simbolo della città. La pregevole e rara incisione, in suggestivi colori d’epoca, è tratta dall’opera Nova et Accurata Italiae Hoderniae Descriptio pubblicata a Leida presso gli editori Bonaventura e A. Elsevir nel 1627. L’Olandese Josse de Hondt, che latinizzò’ il proprio nome in Jodocus Hondius, diede inizio ad una generazione di editori, sopratutto di geografia, il cui lavoro continuò, anche grazie all’apporto del figlio Henricus e del genero Jan Jansson, per tutto il XVII secolo.

  • Autore: HONDIUS Jodocus
  • Anno: 1627
  • Dimensione: 240 x 175 mm
  • Luogo di stampa: Leida

 500,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Brescia

Importante pianta topografica di Brescia basata sui rilevamenti di Donato Rascicotti nella quale però l incisore si sbizzarrisce a segnare, forse spinto dalle indicazioni dell’editore, monumenti e bellissimi giardini in realtà inesistenti. In alto a destra, entro ricca cornice, troviamo lo stemma di Venezia e di Brescia, cui segue la legenda di 43 “explicatio” e la scritta “Echelle de 100 Pas Geometriques”. Tratta dall’opera Thesaurus antiquitatum et historiarum Italiae di Johann Georg Graevius edita a Leida nel 1722 presso Pieter Van der Aa. Una delle più raffinate e decorative rappresentazioni topografiche della città di tutto il XVIII secolo.

  • Autore: Pieter Van der Aa
  • Anno: 1722
  • Dimensione: 355 x 420 mm
  • Luogo di stampa: Amsterdam

 900,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Brescia ou Bresse aux Venetiens

Importante pianta della citta’ tratta dall’opera “Nouveau Theatre d’Italie….” di Pierre Mortier pubblicata ad Amsterdam nel 1724. Si tratta della prima pianta dopo quella del Rascicotti del 1599 rispondente alla realta’. Sono riconoscibili, infatti, con buona precisione sia il tracciato viario, e con esso […] [cod.995/15]

  • Autore: MORTIER Pierre
  • Anno: 1724
  • Dimensione: 470 x 575 mm
  • Luogo di stampa: Amsterdam

 1.200,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Brescia Terra Antiqua, potens armis atque ubere glebe …. dedicata al Nob. Sig. Luigi Arici…

[prezzo a richiesta] Stupenda, rarissima grande veduta prospettica di Brescia presa a volo d’uccello da Porta S. Nazaro. Realizzata con grande precisione e tratto raffinatissimo da Domenico Carboni e dedicata, come si legge nel cartiglio inferiore destro “Al Nob: Sig. Luigi Arici/Il piano e prospetto di questa nostra Città da me con molta fatica, e diligenza disteso ed eseguito, non può ad altri/meglio esser indirizzato, che a Voi Nob.mo SIGNORE…/Di V.S. Ill.ma. Brescia 9 agosto 1764 – U.mo Div.mo Obl.mo Servo vero/Domenico Carboni”. Sotto il cartiglio compare lo stemma della famiglia Arici e, alla base della veduta, troviamo la legenda distribuita in 16 colonne con riferimenti dal n. 1 al 109 e alle lettere AA-BB-CC. (più altri riferimenti relativi alle lettere A-V per le località del territorio e le divinità dell’Olimpo raffigurate tra le nuvole del cielo). Ottimo stato di conservazione con ampi margini ed eccellente impressione. La più importante e rara veduta della città di Brescia.

  • Autore: Domenico Carboni
  • Anno: 1764
  • Dimensione: 1360 x 605 mm
  • Luogo di stampa: Brescia
Richiedi informazioni Leggi tutto

Brixiae Territorium

Questa rarissima carta geografica del territorio Bresciano è tratta dall’opera Italia geographice historiceque tabulis aeneis 37 delineata di Corrado Leone e pubblicata a Colonia nel 1598 con i tipi di Bertrami Buchholtz. L’interessante mappa appartiene alla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia che per circa mezzo secolo fu il centro più importante nella produzione geografica dovuta principalmente ai cartografi ed artisti fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Gli esponenti maggiori furono Mattheus Quad, Giovanni Botero, Johannes Metellus e il fondatore Franz Hogenberg. Gli atlanti e le carte prodotte a Colonia in quel tempo venivano spesso pubblicate in forma anonima o con l’utilizzo di pseudonimi e quindi la loro genesi così come gli esatti dati editoriali risultano, a volte, piuttosto vaghi. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico cartografico possiamo facilmente identificare il modello di riferimento nella medesima mappa del territorio Bresciano che Ortelius aveva pubblicato ad Anversa nel 1590 all’interno del celebre Theatrum Orbis Terrarum. Troviamo il classico orientamento a sinistra, lo stesso gusto rinascimentale del cartiglio con il titolo e tutti gli aspetti cartografici derivanti a loro volta dalla fondamentale grande mappa del Sorte. Manca il margine graduato con l’indicazione di latitudine e longitudine e i punti cardinali oriens, occidens e meridies sono inseriti entro il territorio. In basso  è presente semplice scala grafica di 15 miglia Italiane.

  • Autore: METELLUS Johannes
  • Anno: 1598
  • Dimensione: 287 x 198 mm
  • Luogo di stampa: Colonia
Richiedi informazioni Leggi tutto

Carta del Territorio della Repubblica Cisalpina e di parte delli Stati Limitrofi

Grande e bella carta murale in 6 fogli giuntati e riportati su tela di tutta l’alta Italia. La mappa documenta la situazione politica italiana alla fine del 1797: i confini della Cisalpina sono quelli posteriori al Trattato di Capoformio e sul Veneto si legge: “Stati della Casa d’Austria”; sulla carta sono stati aggiunti i nomi dei dipartimenti, per cui si capisce che Nizza e Savoia non sono pi— appartenenti al Piemonte, e su Massa si legge “dipartimento delle Alpi Apuane”. In basso, nel mar ligure, Š presente carta della Valtellina con i territori di Bormio e Chiavenna che nel 1797 erano stati annessi da Napoleone alla Repubblica Cisalpina.

  • Autore: PAGNI Nicolo' - BARDI Luigi
  • Anno: 1797
  • Dimensione: 720 x 1445 mm
  • Luogo di stampa: Firenze

 1.600,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Carta Postale dei Quattro Laghi in Lombardia

Decorativa grande carta geografica che mostra il territorio che comprende i quattro grandi laghi Lombardi (Lago Maggiore, di Como, Iseo e Lago di Garda) circondata da una serie di 18 deliziose vedute di varie località lacustri. In senso orario partendo dall’angolo in alto a sinistra troviamo: Lecco, Domaso, Cadenabbia, Borgo Bellagio, Villa Melzi, Villa Sanazaro a Blevio, Gravedona, Borgo Vico, Villa Tanzi presso Torno, Villa d’Este, Villa Sommariva, Pliniana, Palanza, Canobbio, Intra, Villa detta la Torre, Luino, Isola Bella.
L’autore della raffinata mappa è Pietro Allodi su disegno di Filippo Naymiller. Tratta da Atlante di geografia universale: cronologico, storico, statistico e letterario pubblicato a Milano nel 1860 presso la Tipografia Pagnoni. La carta è accompagnata da un secondo, raro, foglio di testo con interessantissimo testo che descrive i Laghi con le loro peculiarità.

  • Autore: Filippo Naymiller, Francesco Pagnoni
  • Anno: 1860
  • Luogo di stampa: Milano
  • Dimensione: 64 x 44 cm

 350,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Carte du territoire de Bresce

Bella e grande carta geografica del territorio di Brescia, una delle prime rappresentazioni della provincia orientata con il nord in alto. Il titolo, posto in una elegante cornice nell’angolo superiore sinistro, sottolinea in maniera esplicita come il territorio di Brescia sia stato realizzato dal vivo, cioè sul posto quindi basata su di una osservazione diretta e non basata su fonti precedenti. La mappa è tratta dal celebre  Atlas Universel dressè sur les meilleures cartes modernes pubblicato a Venezia da Paolo Santini nel 1777.

  • Autore: SANTINI Francesco
  • Anno: 1777
  • Dimensione: 445 x 660 mm
  • Luogo di stampa: Venezia

 700,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Carte generale des treze cantons de Suisse, Vallay ligues Grise, Maison-Dieu & Valteline

Bella e rara carta geografica della Svizzera che mostra in bel dettaglio, come sottolineato dal titolo nel decorativo cartiglio in alto a sinistra, anche la Valtellina con Sondrio, Bormio e Chiavenna. Nella parte sinistra la mappa è arricchita da un secondo cartiglio con la scala delle distanze e da una raffinata rosa dei venti ad indicare l’orientamento geografico.
Tratta dall’opera Theatre geographique de France, contenant les cartes particulieres de ses provinces. Et celles de ses frontieres & pays adjacens pubblicata a Parigi da Pierre-Jean Mariette (1603-1657) nel 1653.

  • Autore: Pierre-Jean Mariett, TASSIN Nicolas
  • Anno: 1653
  • Dimensione: 510 x 365 mm
  • Luogo di stampa: Parigi

 450,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Como

Pianta schematica delle fortificazioni della citta’ di Como tratta dall’opera  “Curioses Staats und Kriegs Theatrum” di G. Bodenher pubblicata ad Augsburg nel 1725. Gabriel Bodenher (1664 – 1758) fu valente incisore e famoso editore. Nel 1716 acquistò• i rami della produzione cartografica degli Stridbeck e ripubblic•ò, aggiornando, molti dei suoi lavori.

  • Autore: BODENHER Gabriel
  • Anno: 1725
  • Dimensione: 160 x 220 mm
  • Luogo di stampa: Augsburg

 180,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Como

Pianta schematica delle mura e delle fortificazioni di Como tratta dall’opera Piante delle città…, piazze e castelli fortificati dello Stato di Milano di G. B. sesti pubblicata a Milano nel 1707. La bella incisione è completa del secondo foglio con la descrizione della città e l’elenco dei luoghi di interesse.

  • Autore: SESTI Giovanni Battista
  • Anno: 1707
  • Dimensione: 194 x 148 mm
  • Luogo di stampa: Milano

 180,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Como

Non comune piccola pianta topografica di Como ispirata dalla cartografia del Coronelli e tratta dall’opera Schauplatz des Krieges In Italien, Oder Accurate Beschreibung der Lombardey di Thomas Fritschen edita a Lipsia nel 1702.

  • Autore: Thomas Fritschen
  • Anno: 1702
  • Dimensione: 70 x 130 mm
  • Luogo di stampa: Lipsia

 180,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Conspectus alter novae Cathedralis Brixianae

Raffinata e decorativa grande acquaforte firmata in basso a sinistra “Joseph Vasi delin. et sculpt.”. Al centro, in basso, titolo e dediche con data 1742. Rappresenta la veduta del Duomo nuovo di Brescia animata da personaggi in primo piano. Rara. [cod.1266/15]

  • Autore: VASI Giuseppe
  • Anno: 1742
  • Dimensione: 655 x 442 mm
  • Luogo di stampa: Roma

 1.800,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Cremona

Rara pianta prospettica della citta’ di Cremona proveniente dal celebre Theatro delle citt…à d’Italia con nova aggiunta di Francesco Bertelli pubblicato a Padova nel 1629.

  • Autore: BERTELLI Francesco
  • Anno: 1629
  • Dimensione: 110 x 170 mm
  • Luogo di stampa: Padova

 220,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Desenzano

Graziosa e raffinata veduta stampata in litografia. Tratta dall’opera “Guida generale del lago di Garda illustrata per G.B. Simeoni” stampata a Verona da Civelli nel 1878. Titolo sotto la stampa, a sinistra F.Penuti disegno’.

  • Autore: PENUTI Fioravante
  • Anno: 1878
  • Dimensione: 90 x 155 mm
  • Luogo di stampa: Verona

 120,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Desenzano Lago di Garda

Bella e animata veduta di Desenzano sul Lago di Garda presa dal porto. Tratta da Sketches at home and abroad pubblicato a Londra nel 1836 dall’editore Charles Tilt. Basata sul disegno dell’Harding eseguito nel suo celebre viaggio in Italia del 1836.

  • Autore: HARDING James Duffield
  • Anno: 1836
  • Dimensione: 270 x 385 mm
  • Luogo di stampa: London

 700,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Ducato di Mantova

Raffinata carta geografica del territorio di Mantova basata sulla cartografia del Magini. Tratta dall’edizione in francese dell’Atlas Major pubblicato ad Amsterdam nel 1667. La famosa casa editrice della famiglia Blaeu venne fondata ad Amsterdam nel 1596 da Willem Janzoon Blaeu (1571-1638) che inizialmente produsse globi, carte nautiche e strumenti scientifici ma ben presto si attiv•ò, comprando le lastre del Mercator da Jodocus Hondius, per la realizzazione di un atlante di tutto mondo. Alla sua morte l’azienda proseguì per opera dei suoi due talentuosi figli Cornelius (1616-1648) e Johannis (1596-1673) che ampliarono l’ambizioso progetto cartografico del padre. L’Atlas Major Š il risultato dell’immenso lavoro dei Blaeu ed Š riconosciuto unanimamente come uno dei momenti pi— alti nella storia della cartografia. Le circa 600 carte geografiche che lo compongono sono tutte incise con tratto raffinatissimo e abbellite da splendidi cartigli, riferimenti araldici e specialmente dalla splendida calligrafia. Il lavoro dei Blaeu si interruppe nel 1672 quando il grande incendio di Amsterdam distrusse l’officina e gran parte delle lastre. L’anno seguente Johannis morì e le lastre rimanenti vennero disperse e acquistate dai rivali Frederick De Wit, Schenk e Valk. La casa editrice chiuse definitivamente nel 1695.

  • Autore: BLAEU Johannis
  • Anno: 1667
  • Luogo di stampa: Amsterdam
  • Dimensione: 380 x 500 mm

 450,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Ducatus Mediolanensis

Raffinata piccola mappa del territorio di Milano che si estende fino alla Liguria orientato con il nord a destra. Tratta dall’opera “Epitome du Theatre” pubblicata ad Anversa nel 1598. L’autore delle incisioni in rame e’ P. Galle.

  • Autore: ORTELIUS Abraham
  • Anno: 1598
  • Dimensione: 112 x 82 mm
  • Luogo di stampa: Antwerp

 140,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Gegend zwischen Lonato, Castiglione, Montichiari und Castenedolo

Interessante grande e rara carta topografica dei territori di Lonato, Castiglione delle Stiviere, Montichiari e Castenedolo anticamente sezionata in piccoli riquadri e montati su tela per permetterne la conservazione nell’incluso cofanetto di cartone. Di notevole interesse locale raffigura un territorio in scala molto piccola che permette di evidenziare singole corti contadine, divisioni fra i campi, sentieri e caseggiati nei paesi. Perfetto stato di […]

  • Autore: Ufficio Topografico Militare Austriaco
  • Anno: 1820
  • Dimensione: 1450 x 900 mm
  • Luogo di stampa: Vienna

 1.400,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Il Ducato di Mantova.

Carta geografica del territorio di Mantova tratta da “Atlante Novissimo, illustrato ed accresciuto sulle osservazioni, e scoperte fatte dai piu’ celebri e piu’ recenti cartografi” di Antonio Zatta e pubblicato a Venezia tra il 1779 e il 1785. Antonio Zatta fu uno dei maggiori editori Italiani di carte geografiche della fine del’700, periodo dominato dalle produzioni dei cartografi Francesi. La sua attivit… cartografica Š caratterizzata dall’innovazione che apporta nei cartigli che far… finalment

  • Autore: ZATTA Antonio
  • Anno: 1779
  • Dimensione: 410 x 313 mm
  • Luogo di stampa: Venezia

 350,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello

Il nove del seme della Lombardia

Curiosa ed assai rara carta da gioco edita da Nicholas De Poilly che mostra il numero nove del seme del Regno di Lombardia rappresentato da nove località (Angera, Novara, Vigevano, Valenza, Mortara, Sesto Calende, Binasco ecc..) con le loro essenziali e più importanti note geografiche (fiumi, laghi e distanza in miglia da Roma).
Ogni seme era composto da un “Asso” (mostrava una carta geografica del territorio di riferimento) da nove “Carte” numerate (da II a X), ognuna con un numero di località corrispondente al valore della carta; ed infine dalle tre “Figure” (Fante, Donna e Re) che mostrano le tre maggiori località relative al seme.

  • Autore: DE POILLY Nicholas
  • Anno: 1763
  • Dimensione: 60 x 80 mm
  • Luogo di stampa: Paris

 90,00

Richiedi informazioni Aggiungi al carrello