Campania - Calabria

Visualizzazione di 1-12 di 21 risultati

  • Raffinata pianta prospettica della città di Napoli edita da John Stockdale. La bella rappresentazione del capoluogo Campano mostra con tratto preciso e raffinato fortificazioni, mura, ponti, porte di ingresso, strade e altre interessanti note topografiche. In basso a sinistra un decorativo cartiglio con il titolo e scenetta agreste. La carta è arricchita da  una legenda con 80 riferimenti ad altrettanti punti di interesse.
    Tratta dall’opera di J. Stockdale “A geographical, historical and political description of the empire of Germany, Holland, the Netherlands, Switzerland, Prussia, Italy, Sicily, Corsica, and Sardinia” pubblicata a Londra nel 1800.

    • Autore: John Stockdale
    • Dimensione: 20 x 26 cm
    • Luogo di stampa: Londra
    • Anno: 1800
  • Bella e dettagliata carta geografica orientata con il nord a destra raffigurante la Campania e l’Abruzzo e arricchita da elegante calligrafia in corsivo e da due cartigli di gusto rinascimentale con il titolo e la scala delle distanze. Interessante la rappresentazione del reticolo idrografico e dell’orografia che contempla anche i rilievi minori. Tratta dall’opera Atlas Sive Cosmographicae Meditationes de Fabrica Mundi di G. Mercator edito ad Amsterdam nel 1606 con testo francese al verso.

    • Autore: MERCATOR Gerard
    • Anno: 1619
    • Dimensione: 351 x 484 mm
    • Luogo di stampa: Amsterdam
  • Dettagliata carta geografica del Regno di Napoli incisa da Gabriel Bodenehr e inserita nell’opera Der curiose und .. Nssliche Dollmetscher pubblicata ad Augsburg nel 1748. Arricchita ai lati da pannelli descrittivi con le divisioni del Regno.

    • Autore: ERDMAN MACHENBAUER J.A.
    • Anno: 1748
    • Dimensione: 285 x 155 mm
    • Luogo di stampa: Augsburg
  • Esaurito

    Incisione su rame tratta dall’opera “Curioses Staats-Kriegstheatrum in … Italien” pubblicata da Johan Stridbeck il Vecchio (1641-1716) e da suo figlio Johan Stridbeck Junior (1666-1714) ad Amburgo a partire dal 1702. L?attivit… editoriale degliStridbeck si fonde con quella dei Bodenher, i quali nel 1716 acquistarono i rami dai primi e ristamparono, con piccole varianti (nella firma e in taluni casi nel cartiglio), le stesse tavole. Gli esemplari degli Stridbeck risultano piu’ nitidi e freschi.

    • Autore: STRIDBECK Iohann
    • Anno: 1702
    • Dimensione: 160 x 280 mm
    • Luogo di stampa: Augsburg
  • Rara pianta prospettica della città di Caiazzo in provincia di Caserta proveniente dal celebre Theatro delle città… d’Italia con nova aggiunta di Francesco Bertelli pubblicato a Padova nel 1629.

    • Autore: BERTELLI Francesco
    • Anno: 1629
    • Dimensione: 120 x 174 mm
    • Luogo di stampa: Padova
  • Carta geografica dell’isola di Ischia tratta dall’opera “Theatro del Mondo”, la famosa edizione pirata e non autorizzata dell’atlante tascabile dell’Ortelius pubblicata esclusivamente per il mercato Italiano da Pietro Marchetti. Inizialmente stampata a Brescia questo esemplare proviene dalla rara edizione veneziana del 1667. [cod.167/15]

    • Autore: MARCHETTI Pietro
    • Anno: 1667
    • Dimensione: 75 x 105 mm
    • Luogo di stampa: Venezia
  • Elegante rappresentazione dell’Isola di Ischia tratta dall’Atlas Major pubblicato ad Amsterdam nel 1667. La famosa casa editrice della famiglia Blaeu venne fondata ad Amsterdam nel 1596 da Willem Janzoon Blaeu (1571-1638) che inizialmente produsse globi, carte nautiche e strumenti scientifici ma ben presto si attiv•, comprando le lastre del Mercator da Jodocus Hondius, per la realizzazione di un atlante di tutto mondo. Alla sua morte l’azienda prosegu per opera dei suoi due talentuosi figli Cor

    • Autore: BLAEU Johannis
    • Anno: 1667
    • Dimensione: 500 x 380 mm
    • Luogo di stampa: Amsterdam
  • Rara e curiosa carta geografica della Calabria tratta dalla poco nota opera storico-geografica intitolata Parallela Geographia veteris et novae del padre gesuita Philippe Briet che fu pubblicata nel 1648 a Parigi nell’officina tipografica dei fratelli Cramoisy. L’opera del Briet aveva il compito di presentare, in comparazione, i risultati raggiunti dalle due geografie, l’antica e la moderna: tra le fonti antiche citate troviamo Strabone, Tolomeo, Plinio ed Eraclito; mentre per quanto concerne i cartografi moderni, oltre all’Ortelius, a Magini, Botero, Mercator e Cluverius, trovano ampio spazio Flavio Biondo e Leandro Alberti.

    • Autore: BRIET Philippe
    • Anno: 1649
    • Dimensione: 145 x 190 mm
    • Luogo di stampa: Parigi
  • Rara e curiosa carta geografica mostra la Capitanata e la Campania con Napoli, Sorrento e Salerno tratta dalla poco nota opera storico-geografica intitolata Parallela Geographia veteris et novae del padre gesuita Philippe Briet che fu pubblicata nel 1648 a Parigi nell’officina tipografica dei fratelli Cramoisy. L’opera del Briet aveva il compito di presentare, in comparazione, i risultati raggiunti dalle due geografie, l’antica e la moderna: tra le fonti antiche citate troviamo Strabone, Tolomeo, Plinio ed Eraclito; mentre per quanto concerne i cartografi moderni, oltre all’Ortelius, a Magini, Botero, Mercator e Cluverius, trovano ampio spazio Flavio Biondo e Leandro Alberti.

    • Autore: BRIET Philippe
    • Anno: 1653
    • Dimensione: 145 x 190 mm
    • Luogo di stampa: Parigi
  • Rara pianta prospettica della città di Napoli proveniente dal celebre Theatro delle città… d’Italia con nova aggiunta di Francesco Bertelli pubblicato a Padova nel 1629.

    • Autore: BERTELLI Francesco
    • Anno: 1629
    • Dimensione: 112 x 170 mm
    • Luogo di stampa: Padova
  • Piccola e curiosa pianta prospettica di Napoli tratta dal volume Itinerario overo nuova descrittione dei viaggi principali d’Italia di Francesco Scoto pubblicato a Venezia da G. Brigonci nel 1665. Delle sei edizioni conosciute, questa con il numero di pagina in alto a destra, è la più rara.

    • Autore: SCOTO Francesco
    • Anno: 1665
    • Dimensione: 120 x 120 mm
    • Luogo di stampa: Venezia
  • Grande veduta a volo d’uccello del Golfo di Napoli con il Vesuvio fumante preso dal mare e disegnato dall’illustratore Ciavatti per l’ufficio del locale ente del turismo. La bella e decorativa rappresentazione  si estende da Cuma fino a Salerno con in primo piano le isole di Ischia e Capri e sullo sfondo Benevento ed Avellino. Il particolare punto di vista prospettico permette di individuare anche i percorsi stradali tra le varie località le cui distanze da Napoli sono riportate nella legenda inferiore.

    • Autore: F.E. Ciavatti
    • Dimensione: 48 x 68 cm
    • Luogo di stampa: Napoli
    • Anno: 1950