Cart 0

La Città di Padova Capitale Provincia Padovana nello Stato Veneto

Autore

Dimensione

Luogo di stampa

Anno

Category: . Tag: .

Bella veduta prospettica della città di Padova incisa all’acquaforte da Francesco Cepparuli tratta dalla non comune opera “Lo Stato Presente di Tutti i Paesi e Popoli del Mondo … parte dell’Italia dedicata a Ignazio Boncompagni Ludovisi…” pubblicata a Napoli presso Vincenzo Mazzola nel 1754: si tratta della celebre versione non autorizzata dell’opera di Tommaso Salmon (Lo Stato Presente di Tutti i Popoli …) edita a Venezia tre anni prima (1751) presso l’editore Albrizzi. Questa edizione di Napoli è interamente illustrata con i rami incisi da Francesco Cepparuli ed è conosciuta come uno dei primi esempi di plagio editoriali. La pianta è accompagnata da un secondo foglio con i sei scorci più rappresentativi della città: “Chiesa di Sant’Antonio in Padova – Chiesa di S. Giustina – Sepolcro di Antenore – Prospetto dello Studio di Padova detto Bò – Piazza de’ Signori – Palazzo pubblico di Padova.”
Il Cepparuli, poco noto artista napoletano specializzato in incisioni ornamentali, fregi, bordure, frontespizi e pavesi, pur copiando i rami dell’opera del Salmon pavesa numerose differenze nell’inciso e un tratto più veloce. Interessante variante ben conosciuta e ricercata dai collezionisti.


 190,00

Richiedi informazioni

Bella veduta prospettica della città di Padova incisa all’acquaforte da Francesco Cepparuli tratta dalla non comune opera “Lo Stato Presente di Tutti i Paesi e Popoli del Mondo … parte dell’Italia dedicata a Ignazio Boncompagni Ludovisi…” pubblicata a Napoli presso Vincenzo Mazzola nel 1754: si tratta della celebre versione non autorizzata dell’opera di Tommaso Salmon (Lo Stato Presente di Tutti i Popoli …) edita a Venezia tre anni prima (1751) presso l’editore Albrizzi. Questa edizione di Napoli è interamente illustrata con i rami incisi da Francesco Cepparuli ed è conosciuta come uno dei primi esempi di plagio editoriali. La pianta è accompagnata da un secondo foglio con i sei scorci più rappresentativi della città: “Chiesa di Sant’Antonio in Padova – Chiesa di S. Giustina – Sepolcro di Antenore – Prospetto dello Studio di Padova detto Bò – Piazza de’ Signori – Palazzo pubblico di Padova.”
Il Cepparuli, poco noto artista napoletano specializzato in incisioni ornamentali, fregi, bordure, frontespizi e pavesi, pur copiando i rami dell’opera del Salmon pavesa numerose differenze nell’inciso e un tratto più veloce. Interessante variante ben conosciuta e ricercata dai collezionisti.