BRIET Philippe

Visualizzazione di 4 risultati

  • Esaurito

    Carta geografica dell’Abruzzo e del Molise tratta da “Parallela geographica Italiae veteris et novae”, rarissima opera dell’abate Philip Briet pubblicata a Parigi presso Sebastian Cramoisy nel 1649. [cod.300/15]

    • Autore: BRIET Philippe
    • Anno: 1649
    • Dimensione: 145 x 190 mm
    • Luogo di stampa: Parigi
  • Rara e curiosa carta geografica della Calabria tratta dalla poco nota opera storico-geografica intitolata Parallela Geographia veteris et novae del padre gesuita Philippe Briet che fu pubblicata nel 1648 a Parigi nell’officina tipografica dei fratelli Cramoisy. L’opera del Briet aveva il compito di presentare, in comparazione, i risultati raggiunti dalle due geografie, l’antica e la moderna: tra le fonti antiche citate troviamo Strabone, Tolomeo, Plinio ed Eraclito; mentre per quanto concerne i cartografi moderni, oltre all’Ortelius, a Magini, Botero, Mercator e Cluverius, trovano ampio spazio Flavio Biondo e Leandro Alberti.

    • Autore: BRIET Philippe
    • Anno: 1649
    • Dimensione: 145 x 190 mm
    • Luogo di stampa: Parigi
  • Rara e curiosa carta geografica mostra la Capitanata e la Campania con Napoli, Sorrento e Salerno tratta dalla poco nota opera storico-geografica intitolata Parallela Geographia veteris et novae del padre gesuita Philippe Briet che fu pubblicata nel 1648 a Parigi nell’officina tipografica dei fratelli Cramoisy. L’opera del Briet aveva il compito di presentare, in comparazione, i risultati raggiunti dalle due geografie, l’antica e la moderna: tra le fonti antiche citate troviamo Strabone, Tolomeo, Plinio ed Eraclito; mentre per quanto concerne i cartografi moderni, oltre all’Ortelius, a Magini, Botero, Mercator e Cluverius, trovano ampio spazio Flavio Biondo e Leandro Alberti.

    • Autore: BRIET Philippe
    • Anno: 1653
    • Dimensione: 145 x 190 mm
    • Luogo di stampa: Parigi
  • Rara e curiosa carta geografica della campagna di Roma che descrive anche il territorio di Orvieto tratta dalla poco nota opera storico-geografica intitolata Parallela Geographia veteris et novae del padre gesuita Philippe Briet che fu pubblicata nel 1648 a Parigi nell’officina tipografica dei fratelli Cramoisy. L’opera del Briet aveva il compito di presentare, in comparazione, i risultati raggiunti dalle due geografie, l’antica e la moderna: tra le fonti antiche citate troviamo Strabone, Tolomeo, Plinio ed Eraclito; mentre per quanto concerne i cartografi moderni, oltre all’Ortelius, a Magini, Botero, Mercator e Cluverius, trovano ampio spazio Flavio Biondo e Leandro Alberti.

    • Autore: BRIET Philippe
    • Anno: 1653
    • Dimensione: 198 x 144 mm
    • Luogo di stampa: Parigi