Cart 0

Highlights

Showing all 11 results

Brescia Terra Antiqua, potens armis atque ubere glebe …. dedicata al Nob. Sig. Luigi Arici…

[prezzo a richiesta] Stupenda, rarissima grande veduta prospettica di Brescia presa a volo d’uccello da Porta S. Nazaro. Realizzata con grande precisione e tratto raffinatissimo da Domenico Carboni e dedicata, come si legge nel cartiglio inferiore destro “Al Nob: Sig. Luigi Arici/Il piano e prospetto di questa nostra Città da me con molta fatica, e diligenza disteso ed eseguito, non può ad altri/meglio esser indirizzato, che a Voi Nob.mo SIGNORE…/Di V.S. Ill.ma. Brescia 9 agosto 1764 – U.mo Div.mo Obl.mo Servo vero/Domenico Carboni”. Sotto il cartiglio compare lo stemma della famiglia Arici e, alla base della veduta, troviamo la legenda distribuita in 16 colonne con riferimenti dal n. 1 al 109 e alle lettere AA-BB-CC. (più altri riferimenti relativi alle lettere A-V per le località del territorio e le divinità dell’Olimpo raffigurate tra le nuvole del cielo). Ottimo stato di conservazione con ampi margini ed eccellente impressione. La più importante e rara veduta della città di Brescia.

  • Author: Domenico Carboni
  • Year: 1764
  • Dimension: 1360 x 605 mm
  • Place of publication: Brescia
More InfoRead more

Brixiae Territorium

Questa rarissima carta geografica del territorio Bresciano è tratta dall’opera Italia geographice historiceque tabulis aeneis 37 delineata di Corrado Leone e pubblicata a Colonia nel 1598 con i tipi di Bertrami Buchholtz. L’interessante mappa appartiene alla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia che per circa mezzo secolo fu il centro pi—ù importante nella produzione geografica dovuta principalmente ai cartografi ed artisti fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Gli esponenti maggiori furono Mattheus Quad, Giovanni Botero, Johannes Metellus e il fondatore Franz Hogenberg. Gli atlanti e le carte prodotte a Colonia in quel tempo venivano spesso pubblicate in forma anonima o con l’utilizzo di pseudonimi e quindi la loro genesi così come gli esatti dati editoriali risultano, a volte, piuttosto vaghi. Per quanto riguarda l’aspetto tecnico cartografico possiamo facilmente identificare il modello di riferimento nella medesima mappa del territorio Bresciano che Ortelius aveva pubblicato ad Anversa nel 1590 all’interno del celebre Theatrum Orbis Terrarum. Troviamo il classico orientamento a sinistra, lo stesso gusto rinascimentale del cartiglio con il titolo e tutti gli aspetti cartografici derivanti a loro volta dalla fondamentale grande mappa del Sorte. Manca il margine graduato con l’indicazione di latitudine e longitudine e i punti cardinali oriens, occidens e meridies sono inseriti entro il territorio. In basso  è presente semplice scala grafica di 15 miglia Italiane.

  • Author: METELLUS Johannes
  • Year: 1598
  • Dimension: 287 x 198 mm
  • Place of publication: Colonia
More InfoRead more

Chorographia Tusciae Girolamo Bellarmato Senese Autore

Rara carta della Toscana pubblicata da Matteo Florimi a Siena nel 1600 circa e basata sulla cartografia del Bellarmato. Inusuale e decorativa coloritura d’epoca. Girolamo Bellarmato (Siena 1493 – 1560) fu matematico, ingegnere, architetto e cartografo. Lavor• in diverse citt… italiane e francesi, soprattutto come architetto militare. [cod.1250/15]

  • Author: FLORIMI Matteo
  • Year: 1602 ca
  • Dimension: 490 x 360 mm
  • Place of publication: Siena

 2.400,00

More InfoAdd to cart

Citta’ dell’ Aquila

A spectacular and rare bird’s eye view of the city of L’Aquila. Title at upper centre, key in a cartouche surmounted by the arms of the dedicatee, Fernando de Casteo, Conde de Lemos, at left, arms of L’Aquila at upper right corner, royal arms of Spain, arms of the dedicator Blas Pico. Lauro was an acomplished Roman engraver. Amongst other works he is particularly known for his Antiquae urbis splendor, a four volume work dedicated … [cod.1064/15]

  • Author: LAURO Giacomo
  • Year: 1600
  • Dimension: 515 x 385 mm
  • Place of publication: Rome

 3.800,00

More InfoAdd to cart

La Magnifica Citta di Brescia

prezzo a richiesta] Questa rarissima carta geografica del Bresciano appartiene alla cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia che per circa mezzo secolo fu il centro pi— importante nella produzione geografica dovuta principalmente ai cartografi ed artisti fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose. Gli esponenti maggiori furono Mattheus Quad, Giovanni Botero, Johannes Metellus e il fondatore … [cod.996/15]

  • Author: RASCICOTTI Donato
  • Year: 1599
  • Dimension: 500 x 375 mm
  • Place of publication: Venice
More InfoRead more

La vera et ultima discrettione dilla Lombardia et dal molti errori coreta in Venetia l’anno M.D.LXIIIII

Very rare map of Lombardy after the same map by Luchini published in Rome in 1556. For Woodward the author of the copper is Forlani but probably was a work by G. Gastaldi. [cod.1065/15]

  • Author: BERTELLI Francesco
  • Year: 1565
  • Dimension: 305 x 405 mm
  • Place of publication: Venice

 5.500,00

More InfoAdd to cart
Out of stock

Panorama Italiano

Rarissima e stupenda mappa celebrativa dell’Unità d’Italia stampata a Milano presso la litografia Ronchi per conto della Società Editrice dell’Emilia. Eseguita in occasione della proclamazione a Re d’Italia di Vittorio Emanuele II avvenuta a Torino il 17 marzo 1861. La grande carta pittoresca si allontana dal modello classico geografico ma mostra la penisola presa dalle Alpi e orientato prospetticamente con il meridione in alto. La veduta fu disegnata da Gaetano Cappuccio probabilmente su diretta commissione di Cavour in occasione della proclamazione dell’Unità d’Italia. E’ circondata da 46 ritratti di personaggi italiani illustri, 15 vedute di monumenti notabili, 78 stemmi di città e dalle immagini dei principali costumi italiani dai tempi degli etruschi sino a quelli moderni.

  • Author: Litografia Ronchi
  • Year: 1861
  • Place of publication: Milan
  • Dimension: 810 x 1120 mm
More InfoRead more

Pisa / Achille Soli Fecit /Matteo Florimi formis Siena

Very rare plan of the town engraved by A. Soli and published by M. Florimi. [cod.1068/15]

  • Author: FLORIMI Matteo
  • Year: 1603
  • Dimension: 395 x 530 mm
  • Place of publication: Siena

 2.200,00

More InfoAdd to cart

Teatro della presente guerra in Italia

La carta e’ di grande interesse innanzitutto perche’ e’ il primo documento di una produzione cartografica a Bologna. In secondo luogo essa e’ prodotto originale e non copiatura di opere precendi; l’autore infatti inquadra nel suo disegno solo i territori percorsi degli eserciti e quindi ad occidente non arriva alle Alpi ma si ferma a Torino e ad Oriente arriva a Ferrara ma non al mare Adriatico … [cod.1066/15]

  • Author: DURELLO Simone
  • Year: 1702
  • Dimension: 461 x 690 mm
  • Place of publication: Bologna

 1.900,00

More InfoAdd to cart

Territorio Brescia co i suoi Confini delineato dal P. Cosmografo Coronelli

[Prezzo a richiesta] Rarissima carta geografica incisa su due lastre di rame dell’intero territorio bresciano che fu concepita dal Coronelli (?) in modo autonomo e pubblicata separatamente rispetto alla medesima versione, ma di dimensioni maggiori, della carta della provincia di Brescia contenuta all’interno del Corso Geografico Universale e all’Atlante Veneto ed alla quale chiaramente risulta ispirata. La carta in questione non presenta il margine graduato, ma soltanto una piccola rosa dei venti che, inserita nell’angolo superiore sinistro, ne mostra l’orientamento geografico. Attaccato al bordo sinistro troviamo un grande riquadro sormontato dallo stemma di Brescia che l’autore inserisce in uno scudo di sapore classico e che introduce una descrizione circa i segni convenzionali usati per identificare sia le podesterie maggiori (Breno in Valcamonica, Asola, Salò e Orzinuovi), che quelle minori (Lonato, Chiari e Palazzolo), i vicariati maggiori (Calvisano, Rovato, Pontevico, Gottolengo, Iseo, Montichiari e Quinzano), quelli minori (Gambara, Pontoglio, Ghedi, Pompiano, Manerbio, Gavardo e Castrezzato) e le fortezze di Pontevico, della Rocca d’Anfo, di Lonato, di Asola, di Orzinuovi e di Salò. Possiamo notare, però, come le principali località vengono a perdere, rispetto al modello cartografico di riferimento, la caratteristica delle proprie mura e, allorquando presenti, esse siano di pura fantasia. Pur se l’intera carta sembra incisa con tratto frettoloso, tanto è vero che l’orografia, raffigurata con il solito sistema dei “coni di talpa”, risulta tracciata “a getto”, in maniera soltanto abbozzata e priva di proporzioni che possano aiutare per un primo orientamento, stranamente ben indicati risultano invece i “passi” di attraversamento da una valle all’altra e le principali vie di comunicazione che da Brescia si diramano versi i centri urbani di maggiore interesse. Ottimamente delineati appaiono anche i laghi ed i corsi fluviali, come del resto il ricco apparato degli insediamenti urbani abbondante di toponimi riferiti a moltissimi centri, anche minori.

  • Author: CORONELLI Vincenzo Maria
  • Dimension: 65 x 33 cm
  • Place of publication: Venice
  • Year: 1695
More InfoRead more

Venetia

This Lafrery map is based on the Forlani view of Venice of 1566, and was engraved by G.Franco. Published by Giovanni Orlandi in Rome in 1602, the plate also bears the signature of C. Duchetti, the nephew and successor to Lafreri. Very Rare. Novacco, 144. [cod.1070/15]

  • Author: FRANCO Giacomo
  • Year: 1602
  • Dimension: 375 x 545 mm
  • Place of publication: Rome

 4.500,00

More InfoAdd to cart