Cart 0

Romani Imperii Imago

Autore

ORTELIUS Abraham

Anno

1624

Dimensione

349 x 498 mm

Luogo di stampa

Antewerp

COD. ART.: 1532. Category: . Tag: .

Bella e decorativa carta dell’Impero Romano basata sulla carta in due fogli dello stesso Ortelius del 1571. Arricchita dai ritratti di Romolo e Remo e con albero geneologico della successione degli Imperatori. Il pannello di testo in basso a sinistra descrive storia dell’Impero. Tratta dalla rara edizione del Parergon, il primo atlante storico mai pubblicato, edito ad Anversa nel 1624 presso Balthasar Moretus. Il Parergon fu inizialmente concepito dall’Ortelius come appendice del suo Theatrum Orbis Terrarum ma visto il notevole successo di queste carte storiche divenne in seguito un lavoro indipendente e rimase la fonte principale di tutti i lavori simili per tutto il XVII secolo. ?The maps and plates in the Parergon have to be evaluated as the most outstanding engravings depicting the wide-spread interest in classical geography in the 16th century? (Koeman). A differenza delle carte del mondo conosciuto che vennero disegnate secondo molteplici fonti, le mappe del Parergon, sono opera originale dell’Ortelius stesso ed in tutte queste curiose carte traspare l’amore e la passione dell’Ortelius (studioso del mondo antico, antiquario ed instancabile visitatore di luoghi di rovine e siti archeologici) per la storia degli antichi. [cod.946/15]


 700,00

Richiedi informazioni

Bella e decorativa carta dell’Impero Romano basata sulla carta in due fogli dello stesso Ortelius del 1571. Arricchita dai ritratti di Romolo e Remo e con albero geneologico della successione degli Imperatori. Il pannello di testo in basso a sinistra descrive storia dell’Impero. Tratta dalla rara edizione del Parergon, il primo atlante storico mai pubblicato, edito ad Anversa nel 1624 presso Balthasar Moretus. Il Parergon fu inizialmente concepito dall’Ortelius come appendice del suo Theatrum Orbis Terrarum ma visto il notevole successo di queste carte storiche divenne in seguito un lavoro indipendente e rimase la fonte principale di tutti i lavori simili per tutto il XVII secolo. ?The maps and plates in the Parergon have to be evaluated as the most outstanding engravings depicting the wide-spread interest in classical geography in the 16th century? (Koeman). A differenza delle carte del mondo conosciuto che vennero disegnate secondo molteplici fonti, le mappe del Parergon, sono opera originale dell’Ortelius stesso ed in tutte queste curiose carte traspare l’amore e la passione dell’Ortelius (studioso del mondo antico, antiquario ed instancabile visitatore di luoghi di rovine e siti archeologici) per la storia degli antichi. [cod.946/15]