Cart 0

Planiglobii Terrestris cum Utroq Hemisphaerio Caelesti

Autore

Dimensione

Luogo di stampa

Anno

Category: . Tags: , .

Indubbiamente una delle più interessanti, fascinose e decorative carte del mondo del XVIII secolo. Questo celebre mappamondo in due emisferi edito a Norimberga dal cartografo Johann Baptiste Homann è arricchito dalla rappresentazione degli emisferi celesti e dalla descrizione dei fenomeni naturali come le trombe marine, arcobaleni, terremoti e i vulcani qui con il monte Etna in Sicilia in eruzione. In alto la carta è sormontata da due putti con il grande drappo contenente il titolo e le indicazioni editoriali. La mappa include molte celebri imprecisioni cartografiche come la costa nord-occidentale dell’America, chiamata Terra Esonis, insolitamente allungata o l’Australia incompleta, sebbene includa i nomi dei luoghi e le note dei primi scopritori. Di contro il livello di dettaglio in Asia meridionale è molto interessante e preciso per il periodo, così come lo è il disegno del Giappone. In basso interessantissimo pannello descrittivo dei fenomeni naturali.

Johann Baptist Homann (1663-1724) è stato valente cartografo e fortunato imprenditore nel settore tipografico fondando nel 1702 la famosa casa editrice Homann Heirs specializzata in incisioni.
L’azienda ebbe grande successo diventando velocemente la principale casa editrice cartografica in Germania e un’importante realtà nel mercato cartografico europeo. Nel 1715, Johann fu nominato geografo imperiale dal Sacro Romano Impero di Carlo VI e divenne membro dell’Accademia delle Scienze prussiana. Dopo la morte di Johann nel 1724, l’azienda passò prima al figlio Christoph (1703-1730) e successivamente ad altri eredi che continuarono l’attività con il nome Homann Erben, o Homann Heirs fino al 1848.


 1.600,00

Richiedi informazioni

Indubbiamente una delle più interessanti, fascinose e decorative carte del mondo del XVIII secolo. Questo celebre mappamondo in due emisferi edito a Norimberga dal cartografo Johann Baptiste Homann è arricchito dalla rappresentazione degli emisferi celesti e dalla descrizione dei fenomeni naturali come le trombe marine, arcobaleni, terremoti e i vulcani qui con il monte Etna in Sicilia in eruzione. In alto la carta è sormontata da due putti con il grande drappo contenente il titolo e le indicazioni editoriali. La mappa include molte celebri imprecisioni cartografiche come la costa nord-occidentale dell’America, chiamata Terra Esonis, insolitamente allungata o l’Australia incompleta, sebbene includa i nomi dei luoghi e le note dei primi scopritori. Di contro il livello di dettaglio in Asia meridionale è molto interessante e preciso per il periodo, così come lo è il disegno del Giappone. In basso interessantissimo pannello descrittivo dei fenomeni naturali.

Johann Baptist Homann (1663-1724) è stato valente cartografo e fortunato imprenditore nel settore tipografico fondando nel 1702 la famosa casa editrice Homann Heirs specializzata in incisioni.
L’azienda ebbe grande successo diventando velocemente la principale casa editrice cartografica in Germania e un’importante realtà nel mercato cartografico europeo. Nel 1715, Johann fu nominato geografo imperiale dal Sacro Romano Impero di Carlo VI e divenne membro dell’Accademia delle Scienze prussiana. Dopo la morte di Johann nel 1724, l’azienda passò prima al figlio Christoph (1703-1730) e successivamente ad altri eredi che continuarono l’attività con il nome Homann Erben, o Homann Heirs fino al 1848.