Cart 0

Nous vaincrons parce que nous sommes les plus forts. Souscrivez aux bons d’armement.

Autore

Dimensione

Luogo di stampa

Anno

COD. ART.: 1617. Category: . Tags: , , .

Manifesto di propaganda edito nel 1939 durante la Seconda Guerra Mondiale che mostra una carta del mondo con la Gran Bretagna, la Francia e le varie colonie di entrambe le nazioni evidenziate in rosso; la Germania in nero, mentre le aree dell’Europa centrale sotto il controllo tedesco, tra cui Polonia, Austria e Cecoslovacchia, colorate con linee diagonali nere. Lo slogan “Nous vaincrons parce que nous sommes les plus forts. Souscrivez aux bons d’armement“: (vinceremo perchè siamo i più forti) è dichiarato coraggiosamente nella parte superiore: la frase, del primo ministro francese Paul Reynaud, non era un’idea fantasiosa poichè nel 1939 l’Italia non era ancora entrata in guerra al fianco della Germania e la vittoria degli alleati sembrava inevitabile a molti, se non altro per l’evidente squilibrio geografico tra le due parti ben sottolineato da questa mappa. Meno di un anno dopo la pubblicazione questo manifesto divenne terribilmente obsoleto. In alto a sinistra la firma dell’autore, non identificato,” J. Kap” mentre in basso a destra lo stampatore Imp. M. Dechaux, Paris


 250,00

Richiedi informazioni

Manifesto di propaganda edito nel 1939 durante la Seconda Guerra Mondiale che mostra una carta del mondo con la Gran Bretagna, la Francia e le varie colonie di entrambe le nazioni evidenziate in rosso; la Germania in nero, mentre le aree dell’Europa centrale sotto il controllo tedesco, tra cui Polonia, Austria e Cecoslovacchia, colorate con linee diagonali nere. Lo slogan “Nous vaincrons parce que nous sommes les plus forts. Souscrivez aux bons d’armement“: (vinceremo perchè siamo i più forti) è dichiarato coraggiosamente nella parte superiore: la frase, del primo ministro francese Paul Reynaud, non era un’idea fantasiosa poichè nel 1939 l’Italia non era ancora entrata in guerra al fianco della Germania e la vittoria degli alleati sembrava inevitabile a molti, se non altro per l’evidente squilibrio geografico tra le due parti ben sottolineato da questa mappa. Meno di un anno dopo la pubblicazione questo manifesto divenne terribilmente obsoleto. In alto a sinistra la firma dell’autore, non identificato,” J. Kap” mentre in basso a destra lo stampatore Imp. M. Dechaux, Paris