Cart 0
Out of stock

Il Padovano di Giovanni Valle.

Autore

Anno

Dimensione

Luogo di stampa

COD. ART.: 851/15. Category: . Tag: .

Deliziosa e dettagliata carta geografica del territorio di Padova tratta dal monumentale Atlante Novissimo illustrato ed accresciuto sulle osservazioni e scoperte fatte dai più celebri e recenti geografi di Antonio Zatta pubblicato in quattro volumi, con mappe di tutto il mondo, tra il 1775 e il 1785 presso la tipografia Remondini di Venezia. In alto a sinistra a entro grazioso cartiglio di carattere agreste che si sgancia dalle reminiscenze rinascimentali dei cartografi precedenti, il titolo “Il Padovano di Giovanni Valle Giustinopolitano di Nuova Projezione”, a seguire la firma dell’editore Antonio Zatta e la data 1784. Fuori dal margine graduato sono indicati i punti cardinale mentre in basso a sinistra troviamo la firma dell’incisore G. Zuliani inc. e a destra il disegnatore G. Pitteri scr[isse]. Il titolo sottolinea che la fonte cartografica usata dallo Zatta per la compilazione della carta è il modello di Giovanni Valle.
La bella mappa si presenta orientata con il nord in alto e rappresenta, in maniera piuttosto innovativa, il solo territorio Padovano con l’indicazione in grandi caratteri delle provincie confinanti (Trentino in alto, Vicentino a sinistra e Polesine di Rovigo in basso) ma senza riportarne caratteristiche o raffigurazioni geografiche; questo permetteva, insieme alla coloritura in outline delle divisioni interne di focalizzare l’attenzione sul reale soggetto della carta.


Deliziosa e dettagliata carta geografica del territorio di Padova tratta dal monumentale Atlante Novissimo illustrato ed accresciuto sulle osservazioni e scoperte fatte dai più celebri e recenti geografi di Antonio Zatta pubblicato in quattro volumi, con mappe di tutto il mondo, tra il 1775 e il 1785 presso la tipografia Remondini di Venezia. In alto a sinistra a entro grazioso cartiglio di carattere agreste che si sgancia dalle reminiscenze rinascimentali dei cartografi precedenti, il titolo “Il Padovano di Giovanni Valle Giustinopolitano di Nuova Projezione”, a seguire la firma dell’editore Antonio Zatta e la data 1784. Fuori dal margine graduato sono indicati i punti cardinale mentre in basso a sinistra troviamo la firma dell’incisore G. Zuliani inc. e a destra il disegnatore G. Pitteri scr[isse]. Il titolo sottolinea che la fonte cartografica usata dallo Zatta per la compilazione della carta è il modello di Giovanni Valle.
La bella mappa si presenta orientata con il nord in alto e rappresenta, in maniera piuttosto innovativa, il solo territorio Padovano con l’indicazione in grandi caratteri delle provincie confinanti (Trentino in alto, Vicentino a sinistra e Polesine di Rovigo in basso) ma senza riportarne caratteristiche o raffigurazioni geografiche; questo permetteva, insieme alla coloritura in outline delle divisioni interne di focalizzare l’attenzione sul reale soggetto della carta.